Musei

La provincia di Macerata, al pari dell’intero territorio regionale e nazionale, rappresenta un concentrato delle molte tipologie museali esistenti. La presenza capillare di numerosi siti museali esprime infatti una delle peculiarità del territorio italiano, caratterizzato da una moltitudine di ricchezze e di beni che documentano la storia e la cultura di un paese. I molteplici complessi museali presenti in ambito provinciale, insieme alle città d’arte e ai borghi storici, fanno parte di quel museo diffuso che contraddistingue la penisola italiana e ne determina la sua fisionomia. La provincia di Macerata, con le sue strutture, rientra tra gli oltre quattrocento musei e raccolte che compongono il tessuto regionale, differenti per tipologia e natura giuridica ma pregevole testimonianza della storia, della cultura, dell’arte, dell’archeologia e delle tradizioni di un territorio. Viaggiando di comune in comune è possibile imbattersi in musei e collezioni che conservano e valorizzano nel loro interno capolavori assoluti di pittura, scultura, oreficeria sacra, arti applicate, cui si affiancano testimonianze delle civiltà contadine, così come quelle relative alle scienze naturali, alla storia naturale, ai fossili o ancora alla tradizione del presepio. Altrettanto importanti sono alcune nobili dimore, sedi di pregevoli raccolte sorte grazie alla lungimiranza di raffinati cultori delle arti, quali il Museo Piersanti, il Castello di Lanciano, quello della Rancia, Palazzo Castiglioni e finanche il Castello Pallotta; magnifiche residenze ancora oggi aperte al pubblico. Ogni struttura, censita nel portale di promozione turistica TUMA realizzato dalla Fondazione Carima, è corredata da un documento testuale e da alcune immagini che restituiscono virtualmente il contenuto delle stesse e guidano i potenziali visitatori attraverso le varie tipologie museali.