Chiesa di San Gregorio Magno

Posizione

Mogliano

Le origini dell’edificio potrebbero risalire al X secolo, con un’iniziale costruzione fuori le mura e poi passata intra moenia. Maggiori notizie le abbiamo a partire dall’ultimo decennio del Duecento e poi, nel secolo seguente, sappiamo che la chiesa fu affidata ai frati Minori Conventuali, i quali ressero la stessa per ben due secoli. Nel 1399-1400 si ebbe la prima ricostruzione in stile gotico, tuttavia l’aspetto attuale attiene alla grande ricostruzione iniziata nel 1713-1715 e terminata nel 1748 affidata al moglianese Gianfilippo Carnili, apportando comunque delle varianti. L’esterno in laterizio risulta piuttosto sobrio con paraste, coronamento centinato e portale centrale in pietra bianca al quale si accede mediante un doppio scalone balaustrato. L’impianto interno ha subito diverse variazioni fino alla conformazione attuale in spazio tripartito da pilastri con navata centrale con volta a botte lunettata e sei cappelle minori voltate a botte costolonata e con cupolini impostati su pennacchi. L’apparato decorativo a stucco piuttosto sobrio si deve alla mano del moglianese Francesco di Antonio Falconi che lo eseguì nel 1755.